Insalata di cavolo nero e menta

chips-cavolo-nero-lifegate.it_Hai presente i benefici del cavolo nero? Sono tanti, ma attenzione, solo a crudo. Uno dei benefici più divulgati da qualche anno, anche grazie al prof. Lanzetta che ne decanta i vantaggi con la sua polvere disidradata (decisamente più cara di altre aziende), è per contrastare l’artrosi e problemi articolari. E’ anche ricco di Omega3. Comunque, a me piace! Quindi ecco la ricetta:

INGREDIENTI: 1 ciuffo di Cavolo nero + 1 avocado + una tazzina di foglie di menta fresca + noci + semi di zucca (o a piacere)+  olio + sale qb.

Prendere solo la parte tenera delle foglie, scartando la parte centrale e i filamenti (che io poi uso mettere nella centrifuga quando faccio un succo). Tagliarli a striscioline sottilissime. Tritare sottilissima la menta. Frantumare le noci. Tagliare l’avocado a dadini, aggiungere il resto e condire.

(Ricetta di Gianluca)

Pubblicato in Ricette sane | Lascia un commento

Zucca gialla alla cannella con tofu

INGREDIENTI: per 750 gr zucca gialla + 1 cucchiaino di cannella in polvere + 1/4 di noce moscata + prezzemolo + aglio  + farina + olio evo q.b. + sale

Taglia a dadini la zucca gialla. Taglia l’aglio a pezzettini piccolissimi. Poi a parte mischia bene la farina con la cannella, l’aglio tritato, la noce moscata e il sale. Quindi mettila in un sacchettino di plastica come quelli per surgelare. Aggiungi la zucca tagliata a dadini e chiudi la parte alta della busta lasciando l’aria dentro. Quindi agita bene il sacchetto in modo che la zucca si copra della farina insaporita. Metti in una teglia, aggiungi l’olio (sotto e sopra), aggiungi il prezzemolo tritato sopra a tutto e metti in forno a 180° per 30 minuti.

Puoi servirla sopra del tofu. Per farlo potresti usare questa ricetta e poi sbriciolare il tofu, ponendo sopra la zucca in cubetti, cospargendo sul tofu il prezzemolo tritato.

Pubblicato in secondi | Lascia un commento

Zucca gialla al forno agli odori

INGREDIENTI: zucca gialla + rosmarino + salvia + prezzemolo + aglio in polvere + farina + olio evo q.b. + sale + pepe nero

Taglia la zucca a fettine di 1 cm circa. A parte mischia la farina con l’aglio in polvere e il pepe. Poi passa le fettine nella farina insaporita evitando di lasciare la farina in eccesso. Quindi metti l’olio sulla base della teglia da forno e disponi sopra le fettine di zucca. Aggiungi il sale e il rosmarino, la salvia e il prezzemolo. Metti un filo di olio sopra a tutto. In forno a 180° per 25 minuti circa fino a vedere una crosticina croccante. Quindi prima di servire aggiungi un filo di olio crudo.

Pubblicato in contorni | Lascia un commento

Torta all’acqua (no uova e no latte)

torta marmellataINGREDIENTI: 250 ml di acqua + 250 gr di farina di farro integrale + 40 ml di olio di oliva + 150 gr di zucchero di canna integrale (o 6 datteri grossi frullati con un pizzico di acqua) + buccia e succo di un limone + 25 gr. di cremor tartaro

Nel robot mettere: la farina, il cremor tartaro e lo zucchero di canna integrale, con la buccia grattugiata del limone.
In un pentolino scaldare leggermente l’acqua, e dopo aver spento mettere l’olio e mescolare. Unire agli ingrediemti nel robot, fino ad ottenere un composto abbastanza liquido. Unire quindi il succo di mezzo limone.
Versare l’impasto in una teglia e far cuocere per 40 minuti a 160°.

Dopo che si è raffreddata si può tagliare a metà e spalmare una marmellata (fatta con lo zucchero integrale di canna o altro ovviamente, non zucchero bianco nè di canna normale).

Pubblicato in dolci | Lascia un commento

Torta di semi senza farina

ricetta-torte-di semiIngredienti:

300 gr. tra semi di girasole, semi di zucca, semi di lino, mandorle, noci + uvetta + 100 g. di olio di cocco + 5 o 6 datteri grandi + 1 bicchiere di latte di mandorla (o riso o soia) + 2 cucchiai di succo di agave (facoltativo, se lo si vuole più dolce) + 20 gr. di cremor tartaro + 1 cucchiaio colmo di fecola di patate + 1 cucchiaio raso di  amido di mais + 1 banana matura

Porre i semi di lino in ammollo in mezzo bicchiere di  acqua tiepida.
Frullare da soli (fino a renderli farina) i semi, le mandorle e le noci. Aggiungere alla “farina” il cremor tartaro, la fecola di patate e l’amido di mais. Girare accuratamente per renderlo una “farina” unica. Frullare poi da soli i datteri con due cucchiai di acqua insieme ai semi di lino già ammollati, fino a creare un gel. Rendere la banana una poltiglia. Unire il tutto amalgamando bene. Se troppo denso, aggiungere un pochino di acqua.

Volendo si possono aggiungere all’impasto: muesli al cioccolato oppure fave di cacao tritate oppure 1 cucchiaio di farina di carruba.

In forno a 180° per 35 minuti.

 

Pubblicato in dolci | Lascia un commento

Barrette energetiche ai semi

barrette ricetteblu.comIngredienti: 200 gr. di noci sgusciate, 200 gr. di mandorle sgusciate, 200 gr. di semi di girasole, 200 gr di semi di zucca, 100 gr. di uvetta, 80 gr. di semi di sesamo, 5 cucchiai di olio di cocco, 200 gr. di datteri, 100 gr. di semi di lino, 2 cucchiai di miele.

Mettere a mollo l’uvetta. Lasciare riposare i semi di lino in un po’ di acqua calda (non bollente) per 15 minuti. Mettere nel robot (con la lama): noci, mandorle, semi di girasole, semi di zucca e frullare fino a generare una farina. Quindi in un frullatore frullare i semi di lino con l’acqua (deve diventare un gel). Tritare l’uvetta a parte. Frullare a parte anche i datteri con un po’ di acqua (fungono da zucchero).

Quindi mischiare il tutto, amalgamando con l’olio di cocco, i semi di sesamo interi e il miele. A volte aggiungo anche i pinoli interi.

Deve risultare un impasto denso. Se si impasta con difficoltà aggiungere poca acqua (o latte di soia o riso), se troppo liquido aggiungere altre noci o mandorle tritate. Volendo si possono aggiungere anche delle albicocche secche o il muesli al cioccolato o l’avena in fiocchi.

Stendere l’impasto con un mattarello direttamente nella teglia grande da forno dopo aver messo un foglio di carta forno. (In realtà uso un foglio sopra e uno sotto per stendere bene il tutto). Lo spessore dovrebbe essere di quasi 2 centimetri.

VERSIONE COTTA: Porre in forno a 140° per 15 minuti. Poi spegnere e lasciare raffreddare. Quindi tagliare a cubetti con la rotellina da pizza. Si possono creare sacchetti in porzioni anche da surgelare. In frigo dura per qualche giorno.

VERSIONE CRUDA: Come sai i semi a crudo hanno un valore nutritivo decisamente maggiore. Scelgo di lasciarli a crudo in estate, perchè li mangio ancora surgelati, tanto sono morbidi a causa dell’olio di cocco! Infatti faccio in modo che l’impasto sia leggermente più morbido, aggiungendo olio di cocco (che d’estate diventa liquido) e dopo averlo steso come ti ho descritto sopra, lo taglio con la rondellina della pizza e lo surgelo a crudo nelle bustine.

 

 

 

 

Pubblicato in Ricette sane | Lascia un commento

Burger di barbabietola

burger di barbabietolaIngredienti: 2 cucchiai di semi di lino + 3 cucchiai di acqua + + 2 cucchiai di fecola di patate + 6 barbabietole medie + 200 gr. di fagioli mung cotti + 1 cucchiaino di curcuma, 1 cucchiaino di curry o spezie miste + qualche foglia di basilico fresco a pezzetti + 2 spicchi di aglio tritati + sale integrale qb + pepe qb

Per le barbabietole, io uso ciò che resta dal succo con estrattore, oppure le barbabietole si possono frullare nel robot.

Frullare i semi di lino con l’acqua (come sostituto delle uova). Quindi unire il tutto. Per non sposrcarsi le mani nel fare i burger io uso un mestolo, nel quale inserisco l’impasto, lo schiaccio con una paletta, poi lo rovescio in padella e quindi schiaccio con la paletta per renderlo più basso.

Ungere la padella prima di soffriggerli. 5-6 minuti per lato e sono pronti.

Si possono surgelare i burger crudi.

 

 

 

Pubblicato in Ricette sane | Lascia un commento

Tofu fatto in casa

tofu fatto in casaINGREDIENTI:  8 gr. di Cloruro di Magnesio  (si compra in farmacia e fa bene) +  200 ml di acqua + 2 Litri di latte di soia (meglio se fatto in casa) + il succo di mezzo limone piccolo + sale qb

Porre il cloruro di magnesio nell’acqua calda, girando e lasciare riposare per 20 minuti.

Intanto mettere il latte di soia in una pentola e portarlo quasi ad ebollizione.  Versarlo quindi in una ciotola di vetro o ceramica (non direttamente nella pentola, perchè il metallo, qualunque esso sia potrebbe variare il tipo di cagliata). Versare il succo di limone e l’acqua con il cloruro di magnesio, un po’ per volta mescolando delicatamente per qualche secondo.  Lasciare lavorare il caglio coprendo con un canavaccio per 10-15 minuti. Quindi usare una formina per tofu che consenta al siero di fuoruscire e porlo in una successiva ciotola, leggermente rialzato (così da lasciare la possibilità al siero di cadere ancora.

Mettere nella formina un fazzoletto che aderisca bene alla polpa e lasci filtrare il siero- Quindi versare il liquido nella formina, lasciando che il caglio vi si depositi dentro. Salare il tofu ancora liquidi, girando leggermente. Poi mettere un secondo fazzoletto sopra alla formina con un peso sopra che aiuti l’eliminazione del siero e lasciare così per 2 ore circa.

Sformare e conservare in frigo immerso in parte del siero generato prima. Quindi cucinarlo a piacimento.

 

Pubblicato in Ricette sane | 1 commento

Latte di soia (con estrattore)

latte di soiaINGREDIENTI: 250 gr. di fagioli di soia gialla biologica + 2 litri e mezzo di acqua + lo strumento estrattore

Lasciare i fagioli di soia in ammollo per 12 ore. Quindi sciacquarli più volte e quindi inserirli in un contenitore con l’acqua. Usare l’estrattore inserendo un po’ di fagioli e un po’ di acqua.

Terminato il processo, filtrare il latte ottenuto con un canavaccio pulito, quindi mettere il liquido filtrato in una pentola a bollire per 15 minuti a fuoco lento.

In seguito, quando è tiepido, si può addolcire con il 2& di zucchero di canna integrale o insaporire con cacao o altro a proprio piacere.

La polpa di soia che rimane, chiamata Okara, può essere utilizzata per hamburger, polpettine, polpettone, frittelle, dolcetti, etc.

 

Pubblicato in Ricette sane | 1 commento

Polpettone di Okara (polpa di soia)

polpettone di soiaINGREDIENTI: 400 gr di okara (polpa di soia rimasta dopo aver fatto il latte di soia in casa)+ 100 gr di farina di mais o ceci (oppure pan grattato fatto in casa da pane senza glutine) + la buccia grattugiata di mezzo limone + 1 cucchiaino di curcuma + 3 spicchi di aglio tritatissimo + 1 cucchiaino di curry + 50 gr di semi di sesamo tostati + un bel ciuffo di prezzemolo tritato + un pochino di noce moscata grattugiata + un pizzico di cannella + pepe qb + sale qb + 1 tazzina di salsa di soia

– A parte 60 gr di semi di lino + 180 ml di acqua

– A parte 2 cipolle grandi

1-Se l’okara è ancora crudo, cuocerlo prima a vapore per 50 minuti. Se è già cotto, allora unire con tutti gli ingredienti, tranne i semi di lino e la cipolla.

2-Mettere i semi di lino a mollo con l’acqua bollente e lasciare per 20 minuti, poi frullare fino a diventare crema e unire al composto.

3-Far soffriggere la cipolla con olio e poca acqua in padella, salare. Unire al resto del composto solo dopo che è competamente dorata.

Mettere in un contenitore oliato e poi porlo in forno a 250° per 40 minuti

Pubblicato in Ricette sane | 1 commento